Alimentaristi/H.A.C.C.P.

Dall’introduzione del Regolamento CE 852/2004, l’ambito delle lavorazioni che prevedono la manipolazione di alimenti a vario titolo è profondamente cambiato rispetto al passato.

La necessità di uniformare a livello europeo le tecniche e norme sulla sicurezza alimentare a protezione del consumatore finale, ha indotto modifiche importanti rispetto al passato volte ad una maggiore tutela e controllo di tutto l’iter di preparazione che parte dalla lavorazione e produzione della materie prime alimentari fino alla loro preparazione e somministrazione.

Il nuovo regolamento europeo, tra le innovazioni che ha comportato la sua applicazione, annoveriamo quella dell’abolizione del vecchio “libretto sanitario” che ogni lavoratore del settore alimentare era tenuto ad avere.

Il nuovo sistema prevede, in alternativa al libretto sanitario, percorsi formativi specifici che devono essere aggiornati periodicamente ove mantenere valida l’attestazione ricevuta e quindi il requisito di operatore del settore alimentare addetto alla manipolazione degli alimenti.

Citando il regolamento stesso, al capitolo XII “Formazione”:

“Gli operatori del settore alimentare devono assicurare: che gli addetti alla manipolazione degli alimenti siano controllati e/o abbiano ricevuto unaddestramento e/o una formazione, in materia d'igiene alimentare, in relazione al tipo diattività;”

Tale adempimento formale prescritto dal Regolamento CE 852/2004, si espleta sottoponendo l’aspirante operatore del settore alimentare ad un corso di formazione specifico a seconda dell’attività che egli andrà a svolgere.